2019. november 12., kedd

La sotria del Dipartimento

Dopo iniziative precedenti, il Dipartimento di Italianistica è nato a Szeged nel 1936.


Il suo primo direttore fu Imre Várady, la cui opera più conosciuta fu l’opera in due volumi di storia letteraria comparata Storia della letteratura italiana e la sua influenza in Ungheria, ancora oggi consultata. Più tardi, Várady insegnò all’Università di Bologna. Il suo posto venne preso da Jenő Koltay-Kastner, precedentemente direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma, che fino al 1968 fu il capo del Dipartimento, chiuso dopo la Seconda Guerra Mondiale e poi rifondato dopo il 1956.


Al centro dei suoi interessi scientifici era, accanto al Rinascimento, la ricerca sulla letteratura e storia italiana e ungherese dell’Ottocento. Durante l’attività come direttore del Dipartimento (1978-1983) del famoso ricercatore in linguistica descrittiva italiana Miklós Fogarasi, il Dipartimento era caratterizzato dal predominio degli studi linguistici.


Dopo il 1989 gli studi rivolti alla civiltà ed alla cultura italiana (letteratura, storia, sociolinguistica, arte) conobbero un maggior auge e si avvicendarono in cattedra molti nuovi professori. L'attuale direttore, József Pál, ha diretto l'attuale cattedra fin dal 1989, eccetto che per alcuni brevi periodi in cui si è alternato con docenti quali Géza Bakonyi, János Kelemen ed Éva Vígh.

 



btk_epulet04_230x154.png